IRRIGARE A GOCCIA LA PAPAYA

Inquadramento colturale, origine e diffusione

La papaya (Carica papaya L.) è una specie tropicale appartenente alla famiglia delle Caricaceae, originaria dell’America centrale. Il frutto (considerato un superfood) è oggi sempre più apprezzato in Europa dove, negli ultimi anni, oltre alla crescita esponenziale dei consumi sta sempre più diffondendosi la sua coltivazione. Grazie, infatti, alle condizioni pedoclimatiche favorevoli, sono aumentate le produzioni di papaya nel bacino del mediterraneo, specialmente nelle aree a clima mite di Spagna e Italia.

Caratteristiche della specie

La papaya, seppur erroneamente considerata una pianta arborea è, in realtà, una specie erbacea succulenta a ciclo breve (biennale). Si caratterizza per un ritmo di accrescimento molto rapido: superato il periodo giovanile, della durata di circa otto-dieci mesi, inizia la fase riproduttiva caratterizzata da fioriture e fruttificazioni scalari nel tempo.

Nei Paesi tropicali riesce a fruttificare più volte l’anno, nei climi sub-tropicali come quello siciliano, invece, il periodo di fruttificazione è compreso tra aprile e novembre, con le migliori produzioni incentrate tra luglio e agosto (più solidi solubili -> maggiore dolcezza).

Anche la maturazione dei frutti è scalare: sulla pianta si protrae dal basso verso l’alto, motivo per cui, sulla stessa pianta, si trovano spesso frutti in diversi stadi di maturazione (alcuni addirittura arrestano la maturazione nel periodo freddo completando la maturazione nella stagione successiva).

Gestione irrigua della Papaya

L’irrigazione si rende fondamentale per la coltivazione della papaya: la consistenza erbacea dei tessuti, l’apparato radicale superficiale (non oltre i 40 cm di profondità) ed espanso, le alte esigenze termiche ed il rapido ciclo biologico, implicano un corretto ripristino del fabbisogno idrico attraverso somministrazioni costanti e localizzate dell’acqua di irrigazione.

I consumi idrici della papaya sono spesso più alti per le piante giovani in virtù del rapido ciclo vegetativo, divenendo più contenuti per le piante adulte (consistenza fibro-legnosa del fusto).

A partire dalle prime fioriture è bene monitorare gli apporti idrici e nutrizionali cercando di mantenere costantemente umido (ma non troppo) il terreno e, al contempo, non eccedere con gli apporti minerali; l’instaurarsi di stress idrici-nutrizionali potrebbe infatti indurre la pianta al fenomeno della carpelloidia (frutti deformi e non in linea con gli standard commerciali): in particolare, basse temperature, alta umidità del suolo ed elevati livelli di azoto causano anomalie fiorali (sulle piante con fiori ermafroditi gli stami si trasformano in carpelli o scompaiono del tutto così da avere solo fiori femminili).

Alte temperature e carenza idrica, invece, causano sterilità femminile nei fiori ermafroditi. Un eccesso idrico, inoltre, potrebbe stimolare la pianta ad una maggior secrezione di papaina, un enzima proteolitico presente su fusto, foglie e frutti immaturi che, per la sua consistenza lattiginosa, danneggia esteticamente i frutti se non correttamente manipolati in fase di raccolta e post-raccolta: il problema può essere gestito monitorando l’umidità relativa all’interno della serra.

Impianto di irrigazione della Papaya

Per la corretta gestione irrigua della papaya, Irritec propone sistemi di irrigazione a goccia che, grazie alla localizzazione dell’acqua, a portate ridotte ed a basse pressioni di esercizio, garantiscono un’alta efficienza del sistema ottimizzando il risparmio idrico ed energetico in azienda.

Il sistema irriguo consigliato per la papaya prevede la stesura di due ali gocciolanti per filare (sotto telo pacciamante), preferibilmente ali gocciolanti pluristagionali normali (D5, M5, D7, Junior o Tandem), ricorrendo ai sistemi autocompensanti (Multibar F o Multibar C) nel caso di filari estremamente lunghi o, in condizioni di pieno campo quando le condizioni topografiche sono particolarmente difficili.

In virtù dei sesti d’impianto stretti (es. 2,0 x 2,0 mt) si consigliano spaziature tra i gocciolatori variabili tra 30 e 50 cm; per favorire la maggiore espansione dell’apparato radicale si può anche optare per una terza ala gocciolante sul filare.

È fondamentale, inoltre, dotare l’impianto irriguo di un adeguato sistema di filtrazione, assicurando così alta efficienza e longevità all’intero impianto di irrigazione.

Fertirrigazione della Papaya

Una corretta dotazione fertirrigua migliora gli aspetti produttivi e nutraceutici del frutto: rapida entrata in produzione, uniformità di colorazione di buccia e polpa, buona consistenza della polpa, ottimale biosintesi di carotenoidi, esteri volatili ed alcoli responsabili del gusto dolce (alto °Brix), dell’aroma e del flavour del frutto.

La papaya, previa un’adeguata concimazione organica di fondo, si avvantaggia molto di concimazioni a base di potassio, calcio, fosforo, zolfo e magnesio; è bene evitare apporti azotati che inducono la pianta ad un eccessivo vigore vegetativo a scapito della produzione.

Per una fertirrigazione puntuale e precisa Irritec propone Dosabox Junior Advanced, un dispositivo che ben si adatta alla coltivazione della papaya: permette di dosare da 1 a 3 fertilizzanti + acido a correzione.

Papaya con irrigazione a goccia

Di seguito un esempio pratico di come irrigare a goccia la papaya

Schema impianto irrigazione papaya

Prodotti Irritec di cui hai bisogno per irrigare a goccia la papaya

1

D7™ – TANDEM®

D7, l’ala gocciolante classica con gocciolatore piatto a labirinto lungo; grazie all’innovativo dripper piatto di medie dimensioni vanta un’estesa superficie filtrante che, unita al labirinto turbolento con larghe sezioni di passaggio, lo rende utilizzabile con acque molto cariche di particelle solide.
Tandem è l’ala gocciolante classica con gocciolatore cilindrico di Irritec. Il gocciolatore con doppia foratura permette un aumento della superficie irrigata. I suoi quattro fori di emissione collocati in posizione opposta impediscono l’aspirazione delle impurità, per una stesura semplificata.

D7 e tandem irritec per la papaya

2

TUBAZIONI IN PE E CONNECTO

La linea di raccordi a compressione Connecto™ per il convogliamento di fluidi in pressione, particolarmente indicata per impianti di irrigazione e giardinaggio, si distingue per la grande velocità e semplicità di montaggio.

Tubi irrigazione papaya irritec

3

FILTRI IN AUTOMATICI IN PLASTICA

Il filtro Rotodisk® Automatico è un filtro in poliammide rinforzata con fibra di vetro, dotato di un particolare sistema meccanico-idraulico che ne permette il controlavaggio automatico. Opportunamente installati in batteria con l’utilizzo di idrovalvole e di una centralina di comando, permettono di mantenere la continuità del ciclo irriguo e di ridurre gli sprechi d’acqua e la manodopera necessaria alla manutenzione di una stazione di filtraggio.

filtri irrigazione papaya

4

FERTIRRIGAZIONE, AUTOMAZIONE E SENSORISTICA

I sistemi di fertirrigazione Irritec® coniugano praticità e affidabilità ad un moderno sistema di iniezione delle soluzioni nutritive. I sistemi di automazione Irritec®, come i programmatori della linea Commander EVO® e Commander NPK®, soddisfano la necessità irrigua di aziende agricole di ogni dimensione, combinando la gestione del pH e della conducibilità elettrica ad un approccio più professionale della turnazione dell’irrigazione. In più, sono dotati di comandi remoti via radio, gestibili tramite un software ad accesso internet.

fertirrigazione irritec per la papaya

5

RACCORDI E DERIVAZIONI

I raccordi e le valvole a bassa pressione Irritec® sono la soluzione ideale per gli impianti di irrigazione in campo agricolo e residenziale. I prodotti trovano ampia applicazione e si caratterizzano per la facilità d’installazione e montaggio. Realizzata con materia plastica, questa famiglia di prodotto racchiude: giunti economici, raccordi portagomma, derivazioni per tubi PE-PVC – LayFlat, raccordi per tape e ala gocciolante leggera, raccordi per ala gocciolante classica, valvole a cilindro, mini-valvole a sfera, valvole a sfera, idranti, regolatori di pressione, sfiati d’aria, raccordi filettati e raccordi per tubi spiralati.

raccordi irrigazione papaya

Scopri come irrigare le altre colture

Irritec vuole semplificare la vita di chi cura le piante, per lavoro e per passione. Lavora perché ogni goccia sia impiegata al meglio, riducendo al minimo l’impronta ecologica e lo spreco delle risorse.

Il team agronomico di Irritec è vicino all’agricoltore anche in fase post vendita e installazione, con assistenza continua e controllo dell’efficienza. Continua attenzione al cliente per offrire soluzioni efficaci e sostenibili con un servizio puntuale ed efficiente.